Domande frequenti

Spedizioni internazionali e dogane

Informazioni doganali

La dogana è un organismo ufficiale che si occupa della regolamentazione di tutte le attività associate all'entrata e all'uscita di articoli, persone e capitali di un paese. Fondamentalmente, la sua missione è di fare controlli fiscali, sanitari, di sicurezza e di commercio internazionale.

Si trovano in punti strategici come frontiere, coste, aeroporti e terminal ferroviari. Oltre a gestire le entrate e le uscite, si occupano anche della raccolta delle tasse imposte dalla legge.

Le dogane in certo modo condizionano il corso delle spedizioni internazionali, sia con eventuali ritardi nei tempi delle consegne, sia con l'aggiunta di ulteriori costi extra degli articoli.

Chi dovrebbe affrontare le spese doganali?

Per ricevere la merce, il destinatario è chi deve affrontare le spese doganali. Nel caso in cui si rifiuti di pagare, il costo finirà per essere a carico del contraente del servizio.

Prima di effettuare qualsiasi spedizione internazionale ti consigliamo di informarti sulle restrizioni e le tasse imposte da ogni ufficio doganale. In tal modo si eviteranno ritardi nei tempi di consegna.

Sia che si preveda di vendere i propri prodotti all'estero, sia che si voglia inviare un pacco a un familiare, è necessario avvertire il destinatario in merito ai propri obblighi, tra cui il pagamento delle dogane a destinazione.

Devi pagare delle tasse doganali quando spedisci all’estero?

I costi doganali sono a carico del destinatario. Pertanto, quando si desidera inviare un pacco in un paese extra UE, il mittente sarà libero di ogni tassa doganale.

Per ricevere il pacco, il destinatario deve pagare dazi e tasse a seconda delle leggi del paese. Tramite Sendiroo è possibile registrare spedizioni internazionali a prezzi convenienti, ma le procedure doganali sono responsabilitá del cliente. Per questo è necessario essere informati sulle condizioni di esportazione e importazione di ogni paese.

Il costo di tasse e dazi non sarà conosciuto fino a quando i pacchi non saranno rilasciati dalle dogane. Nel caso in cui tu sia il mittente, devi in precedenza avvertire il destinatario dei propri obblighi relativi al pagamento delle spese doganali.


Chi paga le tasse doganali?

Per ricevere la merce, il destinatario è chi deve affrontare le spese doganali. Nel caso in cui si rifiuti di pagare, il costo finirà per essere a carico del contraente del servizio.

Informati in anticipo sulle tasse e dazi applicabili presso l'ambasciata / consolato di destinazione, per evitare possibili ritardi o incidenze nelle spedizioni.

Il rifiuto di farsi carico del pagamento delle tasse è solitamente la causa principale del rifiuto della merce. Quindi, è necessario segnalare al destinatario l'obbligo di pagamento di queste tasse.

Cosa è la fattura doganale o proforma?

La fattura doganale è un documento che devi fornire in modo obbligatorio quando esporti e importi. La sua assenza non permetterà alla merce di viaggiare a destinazione.

In esso deve apparire il contenuto della spedizione, il valore della merce, i motivi dell'esportazione e il nome e i dati fiscali del mittente e del destinatario. Cerca di fornire tutta questa documentazione nel modo più completo possibile.

Questo documento deve essere compilato al computer e bisogna applicarne cinque copie in inglese nel pacco insieme alla Dichiarazione di libera Esportazione, oltre che a inviare un'altra copia digitale all'indirizzo email di Sendiroo esportazioni@sendiroo.it.

Il team Sendiroo puó fornire una fattura proforma in bianco in modo da consentire le spedizioni internazionali.

Quale valore inserire per il prodotto sulla fattura doganale?

Nella fattura doganale devi sempre inserire il valore reale della merce. Quando si tratta una vendita, è necessario avere il valore reale dell'articolo o il prezzo che costa sul mercato.

Se ciò che invii è un regalo e non conosci il valore che può avere, è meglio fare una stima confrontandola con altri prodotti con caratteristiche simili. L'altra opzione è mettere il prezzo che aveva quando lo hai comprato.

Potrebbe essere il caso che si tratti di qualcosa fabbricato da te, che non ha un valore predeterminato. Ad esempio, se si tratta di una scultura, è possibile aggiungere il costo del materiale e il tempo dedicato a tale lavoro.

Consigliamo che le informazioni fornite siano il piú vicino il possibile alla realtà. Nelle dogane sono responsabili del calcolo delle tasse in base a questo valore e all'articolo inviato . Se il valore da te fornito non coincide con quello della dogana, corri il rischio di essere sanzionato.

Descrizione dei prodotti nella fattura doganale

Nella fattura proforma o commerciale devi fornire quante più informazioni possibili sul contenuto del pacco. In caso contrario, ci sarebbe il rischio di subire una ritenzione doganale, con il conseguente ritardo nella consegna della merce.

Per questo motivo ti chiediamo di essere il più preciso possibile al momento di descrivere il contenuto della spedizione insieme a suo valore.

Quando si invia abbigliamento è necessario specificare che si tratta di pantaloni di una certa marca (brand) e modello. Dovrai fare lo stesso quando si tratta di un regalo.

La fattura proforma o commerciale deve inoltre riportare il paese di origine, il peso unitario e anche il valore unitario dei diversi articoli presenti nella spedizione.

Quali paesi fanno parte dell’Unione Europea?

L'Unione europea è composta da 28 paesi. Gli stati membri di questo organismo sono governati dalle stesse regole in materia di esportazione e importazione. In alcune settori come l'industria, i trasporti o il bestiame, lavorano come un unico stato. L'attuazione dell'Unione europea nel 1993 ha permesso l'eliminazione delle frontiere e ha facilitato la libera circolazione di prodotti e persone tra i diversi Stati membri. Tra l'altro, questi accordi consentono:

  • I paesi membri stabiliscono un'aliquota doganale comune per le merci importate al di fuori dell'Unione europea.
  • la libera circolazione di articoli che sono entrati legalmente nei paesi dell'Unione europea.
  • le merci trasportate tra i paesi dell'UE saranno esenti da dazi doganali.

Come promemoria, i paesi che compongono l'Unione europea sono i seguenti: Spagna, Francia, Portogallo, Germania, Paesi Bassi, Italia, Polonia, Grecia, Austria, Ungheria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Romania, Irlanda, Slovenia, Cipro , Danimarca, Lituania, Lettonia, Slovacchia, Repubblica Ceca, Regno Unito, Svezia, Lussemburgo, Malta, Estonia e Finlandia.

Tuttavia, vi sono alcuni territori che fanno parte dell'UE e che hanno l'obbligo di pagare i dazi doganali come i casi di Melilla, Andorra, Svizzera, Ceuta, Gibilterra e Isole Canarie.

Spedizioni al di fuori dell’Unione europea, quali documenti devo fornire?

Per le spedizioni verso paesi non UE è necessario fornire una fattura commerciale, proforma o doganale. Se fosse necessario, possiamo fornirtela noi di Sendiroo. Devi Comunicarlo al servizio clienti e appena possibile, ti invieranno per e-mail un modello da compilare.

A volte avrai bisogno di documentazione aggiuntiva che varierà a seconda del Paese di destinazione e del tipo di merce da spedire. Quando le autorità richiedono una procedura speciale per lo sdoganamento, da Sendiroo ti contatteremo per fornirci le informazioni richieste e accelerare così il processo.

Affinché le autorità doganali possano approvare la documentazione e considerarla valida, deve essere correttamente firmata, datata e sigillata.

Ecco i requisiti doganali per le importazioni provenienti da un paese non UE:

-Fattura proforma

È una dichiarazione di contenuto in cui deve essere descritto il contenuto della spedizione, con i dati del mittente e del destinatario.

  • Lo stesso destinatario e mittente come nella spedizione. Il nome deve apparire completo con i nomi e cognomi. Altre informazioni utili come indirizzo email, numero di telefono e fax.
  • Nome e indirizzo del destinatario, con il codice postale e il paese di destinazione, come appare sull'etichetta dell'indirizzo. Per garantire la consegna entro il termine stabilito, sarebbe opportuno fornire le informazioni di una persona di contatto, un numero di telefono e un'email.
  • Data della fattura.
  • Numero riferimento oppure ordine d'acquisto.
  • Descrizione il più dettagliata possibile degli articoli inviati.
  • Composizione e usi dell'articolo.
  • Paese di origine del prodotto.
  • Numero di unità, il valore unitario e totale di ciascun prodotto. Quando l'articolo non ha valore commerciale, deve essere fornito un valore nominale o di mercato a fini doganali.
  • Trasporto e valore dichiarato di fronte alle spese di trasporto o di assicurazione.
  • Valore totale della spedizione.
  • I motivi dell'esportazione, che può essere una riparazione, vendita, regalo, ecc.
  • Condizioni di vendita che definiscono gli addebiti inclusi nel valore totale della fattura.
  • Numero dei colli e peso di tutta la merce.
  • Data e firma del mittente.

Il mittente deve fornire le cinque (05) copie della fattura proforma al momento del ritiro della merce. La cosa giusta sarebbe una fissa nel pacco, un'altra all'interno e il resto in mano al corriere in una busta trasparente insieme alla dichiarazione di libera esportazione.

La cosa conveniente sarebbe conservare una copia della fattura proforma nel caso in cui la dogana lo richieda.


-Dichiarazione di libera esportazione

La Dichiarazione di libera esportazione ha la funzione di dichiarare il mittente come assoluto responsabile della spedizione e della merce spedita. In essa sono elencate tutte le eccezioni attinenti alle normative di esportazione che dovrai spuntare per confermare di essere a conoscenza delle restrizioni e garantire la non violazione di alcuna normativa.


-Dichiarazione di non pericolosità

Quando il contenuto del pacco all'estero è un liquido oppure altro materiale sospetto, NON PERICOLOSO e non incluso nell'elenco degli Articoli Proibiti, è obbligatorio assumersi la responsabilità della non pericolosità dell'oggetto attraverso la IATA Declaration (Dichiarazione di NON PERICOLOSITA').


-Documentazione aggiuntiva

A seconda del paese di origine o destinazione della merce, esiste la possibilità che sia richiesto un documento aggiuntivo per lo sdoganamento, che potrebbe comportare un costo aggiuntivo che il cliente dovrebbe pagare. Il cliente deve avere conoscenza dei documenti che possono essere richiesti e le relative spese che possono comportate, dal momento che l'ignoranza di queste informazioni non lo esonera dal pagamento e Sendiroo non sarebbe responsabile.

Se al momento del ritiro non ha presentato la documentazione adeguata, il corriere la chiederà a Sendiroo, che a sua volta la chiederà al cliente per accelerare il processo.

Per le spedizioni che hanno un paese non UE come destinazione o origine, devono essere fornite cinque copie della fattura proforma per lo sdoganamento al momento del ritiro (insieme alla dichiarazione di libera esportazione).

Il cliente deve anche fornire una copia della dichiarazione di libera esportazione e della fattura proforma, debitamente compilate e firmate, a info@sendiroo.it , una volta che il corriere ha ritirato la merce. Se la fattura non viene inviata a Sendiroo, l’azienda di trasporto non è responsabile per eventuali ritardi nello sdoganamento.

Quando la fattura viene inviata e il pacco è stato ritirato, da Sendiroo ci assicureremo di inviarla al corriere, che dovrá valutare se è corretta o meno. Di fronte a un rifiuto o un errore nella fattura, il cliente sarà avvertito da Sendiroo.

Le fatture devono essere inviate in Word o PDF, mai come file immagine.

Dogane dell’Europa

Le spedizioni effettuate tra i paesi membri dell'Unione Europea saranno esenti da tariffe e tasse. Tuttavia, la merce stessa potrebbe essere sottoposta a un controllo di ingresso da parte delle autorità doganali.

Per evitare possibili ritardi nelle consegne è preferibile informarsi in anticipo delle restrizioni e limitazioni doganali di ogni paese.

Di seguito potrai visualizzare i siti web delle diverse dogane in Europa per farti conoscere l’informazione riguardante la documentazione, regolamenti e le limitazioni.

Dogane Nord America

Sotto, potrai visualizzare i link delle dogane più conosciute in Nord America, per controllare le condizioni e le restrizioni.


Questa informazione sarà di grande aiuto per le tue spedizioni in America.

Dogane in Medio Oriente

Per effettuare una spedizione in un paese non UE è necessario controllare le restrizioni imposte dai diversi territori, oltre sui documenti richiesti.

La maggior parte delle dogane hanno un sito web in cui raccolgono tutti i requisiti e le limitazioni riguardanti le spedizioni. Vi forniamo le informazioni su Dogane in Medio Oriente.

Cos'è il codice Taric e come ottenerlo?

Il codice Taric è un codice numerico che identifica ciascun tipo di merce in base alla sua natura. Questo sistema di classificazione è utilizzato in tutto il mondo, allo scopo di ordinare spedizioni internazionali e calcolare tariffe, tasse, imposte e possibili restrizioni.

Il codice Taric di ogni pacco deve figurare sulla fattura proforma con l'obiettivo di accelerare il più possibile le procedure doganali. È un modo per evitare possibili imprevisti.

Le spedizioni internazionali hanno un codice Taric. Si compone di diverse cifre, sebbene in alcuni paesi sia composto da molte di più, questo per avere una classificazione dell'articolo più specifica. Questo è il caso, ad esempio, di territori come gli Stati Uniti, il Giappone o la Germania. Questi codici tariffari devono essere accompagnati da una fattura commerciale che includa una descrizione della merce. Tra le altre cose, richiede informazioni sul contenuto, sul materiale che lo compone e sull'utilizzo che gli verrà dato.

In caso di domande relative al codice Taric del tuo prodotto, ecco il link della Fiscalità e Unione Doganale con tutte le informazioni sul Taric.

Speriamo che queste informazioni siano utili per future spedizioni internazionali.